Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Flipper Triathlon Ascoli

Ci avevamo sperato che Burian non arrivasse, e invece: strade impraticabili, piscine chiuse, palestre chiuse... Alzi la mano chi è fermo ai box in attesa di riprendere tutti gli allenamenti. Allora questo weekend ci dedichiamo alla lettura, rinnovando il consueto appuntamento con una squadra Marchigiana. E oggi, questo spazio è dedicato alla squadra del Presidente, Raffaele Avigliano, la Flipper Triathlon Ascoli.  

La Flipper Triathlon nasce grazie a Raffaele Avigliano, più noto per tutti come "Il Presidente", il quale affascinato dalle gesta dei primi pionieri di questo sport, tra cui il famoso Danilo Palmucci, si iscrive per curiosità ad una gara promozionale sul lungomare di San Benedetto del Tronto nel Luglio del 1995, procurandosi senza la minima esperienza, l'attrezzatura necessaria per affrontare "le tre fatiche": nuoto, bici, corsa.

Inevitabilmente stregato ed affascinato dalla nuova disciplina sportiva, il Presidente si butta anima e corpo in questa avventura, ma prima di pensare alle distanze da coprire in acqua, in bici e di corsa, si rende conto che occorre creare un valido punto di riferimento e di ritrovo per dar vita ad un gruppo affiatato di amici sportivi disposti ad accettare la sfida.

Ecco quindi che nel 1996, la nostra Società nasce, prende il nome e cresce in seno alla Scuola Nuoto Flipper che in quegli anni, con la cooperativa CIEF aveva in gestione la Piscina Comunale di Ascoli Piceno.   
La richiesta di collaborazione per la pratica e lo sviluppo del Triathlon ad Ascoli Piceno viene raccolta con entusiasmo dagli Insegnanti di Educazione Fisica che gestiscono l'impianto natatorio.

Pienamente coinvolto da questa nuova esperienza Raffaele trascina con se altri due elementi storici del nostro gruppo: Ottorino Diamanti e Marco Marini, entrambi vittime della fatidica gara di San Benedetto del Tronto. Sono loro tre che hanno le borse con i numeri 1, 2 e 3.

Poi arrivano Andrea Clerici ed Emilio Gaspari.   

Il salto di qualità nei risultati agonistici arriva grazie agli strepitosi fratelli Ermanno e Flavio Ciarrocchi che abbandonano spontaneamente la Nazionale Italiana di Pentathlon Moderno nel corso di una già brillantissima carriera sportiva, e diventano subito protagonisti assoluti nella Flipper, insieme all’indimenticabile Andrea Clerici, collezionando vittorie e piazzamenti nelle rispettive categorie ma evidenziando soprattutto straordinarie qualità caratteriali e morali.    .

Con energia e tanto entusiasmo, ma sempre con impegno e sacrifici , si va avanti negli anni e ad ogni incontro con chiunque in grado di praticare il nuoto, la bici o la corsa, il contagio della nuova "malattia" è scontato ed il tesseramento con la Flipper è praticamente immediato.

Col passare del tempo si consolida una Società che ad oggi conta più di ottanta iscritti che hanno in comune la voglia di condividere entusiasmanti esperienze sui campi gara insieme ad un grande gruppo di amici.

L'alone di allegria e simpatia che accompagna il gruppo della Flipper in occasione delle gare, attira l'attenzione di tutti ed ecco quindi che inaspettatamente arrivano richieste di tesseramento anche da parte di atleti residenti in Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria, Umbria, Abruzzo e Toscana e Campania.

Nonostante la totale mancanza di ingaggi economici e rimborsi spese: la soddisfazione è doppia e gli amici veri aumentano.                                 

Dal 2007 ad oggi sono arrivate richieste di tesseramento persino dalla Svizzera, dalla Germania, dall’Olanda e dagli USA…..senza interesse economico e solo per la simpatia riscossa durante le gare all’estero…..una splendida soddisfazione che  ripaga più di qualsiasi medaglia.      

Dal 1998 si sviluppa una inesauribile voglia di spingersi verso le lunghe distanze perché il fascino dei racconti e delle immagini di grandi imprese di "piccoli grandi uomini", nei vari IRONMAN disputati in giro per il mondo, scatena l'irrefrenabile desiderio di diventare protagonista in una durissima impresa sportiva che magicamente, da impossibile si trasforma nel prossimo obiettivo.

Merita sicuramente un discorso a parte anche il fantastico gruppo delle donne.

Sicuramente questo è uno sport dove il gentil sesso può trovare alcune difficoltà ma le nostre belle ragazze, stimolate dal gruppo e da una loro grande passione si sono inserite alla grande, e si allenano con impegno.

Ad oggi Marina Coccia, Lucia Alfonsi, Elisabetta Gatto ed Annalaura Mancia hanno  conquistato più volte la loro maglia “Finisher” all’IRONMAN.

La maglia Flipper per tutti è un istituzione e vale un unico motto:

"Maglia Flipper: Indossarla è un piacere, Onorarla è un dovere!!!"

Con questo spirito arrivano anche i risultati e dal 1996 la Flipper si piazza nella classifica del Campionato Italiano di Società Maschile su distanza Olimpica 3 volte tra le prime 20 squadre in Italia e PRIMA tra le compagini del Centro-Sud.

Nel 2000 risulta al 17 posto, nel 2001 ottiene la sua miglior prestazione arrivando nella posizione numero 12, accusa una lieve flessione nel 2002 giungendo al posto numero 30, ma nel 2003 riguadagna vistosamente terreno e si attesta nella posizione numero 18.

Non sono da meno le nostre donne, nella classifica del Campionato Italiano di Società Femminile su distanza Olimpica  partendo nel 2001 dalla posizione numero 59, occupando nel 2002 la piazza numero 47, fino a raggiungere nel 2003 il posto numero 24 della classifica.

Ma le soddisfazioni che questa squadra si è tolta negli anni non finiscono qui.

Ad oggi si contano ben oltre 700 partecipazioni a gare del circuito IRONMAN WTC da parte di atleti talmente orgogliosi di portare i colori della Flipper Triathlon da arrivare ad ogni costo ad indossare l'ambita maglia di FINISHER.

   
Da segnalare la partecipazione di Emilio Lomi nel 2003 alla mitica Finale Mondiale di Kona nelle isole Hawaii.       
Lomi non si accontenta e bissa la qualifica per la partecipazione all'Ironman delle Hawaii anche nel 2004.   
Ma nel 2005 insieme a lui, per la terza volta consecutiva alle Hawaii, ci sono anche Nazzareno Cipolini, e Raffaele Avigliano, il Presidente… e pensare che una volta diceva che non avrebbe mai fatto un Olimpico.

Nel 2009 finalmente dopo aver sfiorato per tre anni il prestigioso traguardo, anche Ezio Amatucci ottiene la qualifica per le Hawaii insieme al “solito” Nazzareno Cipollini.

Sempre a Kona nel 2015 è la volta di Fabrizio Ciavatta e nel 2017 ci torna per la seconda volta anche Ezio Amatucci.

Nel 1997 e nel 1998 doppia partecipazione al Triathlon Olimpico Internazionale di Zanzibar in Tanzania con 5 atleti.   
Nel 1998 la Flipper Trithlon partecipa ai Campionati Europei su distanza Olimpica a Velden.
Nel 1999 la nostra squadra partecipa al Campionato Mondiale di Lungo a Sater in Svezia con 4 atleti.   
Nel 2001 c'è un'altra partecipazione al Campionato Mondiale di Lungo ma su distanza Ironman in Danimarca e qui su 12 atleti italiani partecipanti, addirittura 8 sono della Flipper Triathlon.
Nel 2002 c'è addirittura l'esordio di un nostro atleta ai Campionati Mondiali di Winter Triathlon.

Ermanno Ciarrocchi vince nel 1998 il Campionato Italiano Juniores su distanza Olimpica disputatosi all'isola d'Elba e nello stesso anno partecipa con la Nazionale Italiana ai Campionati Europei in Austria e disputa 2 gare di Coppa del Mondo in Italia ad Anzio (Roma), e Lido delle Nazioni (FE), più una in Francia.

Il 2009 vede la Flipper sul podio ai Campionati Italiani di Lunga Distanza a Candia (TO) con la medaglia di bronzo nella Classifica a Squadre grazie a Nazzareno Cipollini, Ezio Amatucci ed Alessio Piccioni ma vede anche Cipollini salire sul gradino più alto del podio e laurearsi Campione Italiano Age- Group nella Categoria S4 ma anche primo atleta assoluto tra i “non professionisti”.

Nel 2010 Marco Di Geso arriva 15° assoluto al Campionati Italiani di Lunga Distanza e 3° nella Cat. S3 Age Group.

Nel 2011 Alessio Piccioni vince il Campionato Italiano di Lunga Distanza a Candia (TO) nella Cat. S2 Age Group, mentre Ezio Amatucci conquista nella stessa gara la medaglia di bronzo nella Cat. S4.

Nel 2011 a Pescara, in occasione del 1° IRONMAN ITALY 70.3, Nazzareno Cipollini è all’ 8° posto assoluto nella Classifica Age Group e 3° nella Cat. S4 dove anche Ezio Amatucci risulta 4°, mentre Emilio Lomi ottiene un prestigioso 2° posto nella Cat.M2.

Tutti e tre ottengono la qualifica per la prestigiosa finale del Campionato del Mondo IRONMAN 70.3 di Las Vegas.

Nel 2012 partecipa al 2° IRONMAN ITALY 70.3 di Pescara con il numero record di 103 atleti ottenendo il 1° posto assoluto nella gara a staffetta Femminile e il 2° posto assoluto nella gara a staffetta Maschile

Nel 2013 al 3° IRONMAN ITALY 70.3 di Pescara è presente “solo” con 70 atleti ma nelle classifiche è un vero TRIONFO.

Con 4h 00’ 38” miglior tempo assoluto della manifestazione e 1° posto nella gara a staffetta Maschile, 1° posto nella gara a staffetta Femminile e 2° posto nella gara a staffetta mista.

Nelle classifiche individuali, 11 atleti nei primi 100 e 5 volte sul podio delle premiazioni con splendida conferma di Nazzareno CIPOLLINI, 15° assoluto e PRIMO nella Cat.S4.

Ezio AMATUCCI 22° e secondo nella Cat.M1, Marco Di GESO 23° e terzo Cat.S4, Alessio PICCIONI 26° e terzo Cat.S3 ed Emilio LOMI 58° ma PRIMO della Cat.M3.

Nel 2013 ancora all’IRONMAN di Francoforte con 27 atleti e ennesime qualifiche per le Hawaii ottenute da Cipollini ed Amatucci.

Sempre nel 2013, debutto in massa nel Circuito Mondiale XTERRA con l’unica gara Italiana di Scanno AQ.

50 atleti in gara e 3° posto nella gara a Staffetta Maschile, 1° posto per l’esordiente Alessandra CARLINI nella cat. F25/29, 3° posto per l’altro esordiente Massimo ROMANDINI nella cat. M40/44 e 2° posto per Raffaele AVIGLIANO nella cat. M55/59.

Il 2013 si conclude con il prestigioso 2° posto assoluto nella speciale Classifica Nazionale per Società nel circuito di gare "NO DRAFT", dietro per pochissimi punti solo ai professionisti del T.D.Rimini nel confronto con circa 250 Società.

Nel 2014 conquista il 2° posto all'Ironman 70.3 Italy di Pescara con la Staffetta Maschile

Nel 2015, sempre nell'Ironman 70.3 Italy di Pescara La FLIPPER VINCE  la speciale classifica IRONMAN TRICLUB Division II.

Vince anche la stessa Classifica all'Ironman Maastricht in Olanda ed ottiene la Qualifica per European Championship 70.3 Pula in Croazia, dove poi sale sul terzo gradino del podio.

Al termine della stagione agonistica 2015, il RANKING della speciale classifica IRONMAN TRICLUB vede la Flipper al 2° posto nella Classifica Europea ed al 25° posto in quella Mondiale della Division II.

Nel 2016 vince la classifica TRICLUB sia all'IRONMAN 70.3 Italy di Pescara che all'Ironman Vichy in Francia nella Division II.

Nella finale dell'European Championship 70.3 Pula in Croazia sale sul gradino più alto del podio e si laurea Campione d'Europa per Club nella Division II

Nel 2017 sempre nell'Ironman 70.3 Italy di Pescara VINCE  la classifica IRONMAN TRICLUB Division III, bissando poi il successo anche all'Ironman 70.3 Pula in Croazia.

Premi decisamente meritati e soddisfazioni impensabili per gli oltre 150 tesserati che da anni difendono con orgoglio i colori sociali.

Nazzareno, Alessio ed Ermanno hanno vinto un Titolo Nazionale ma tutti hanno dato il proprio contributo a tenere alto il nome della Flipper. Non si contano i piazzamenti sul podio nelle gare del circuito nazionale sulle varie distanze e le vittorie di categoria nelle classifiche age-group, dagli scalpitanti ventenni ai terribili “nonni” della Squadra.

Fra tutti, e tornando alle gare Ironman, nel 2007 troviamo Ezio Amatucci nella classifica assoluta dei primi dieci Italiani su oltre 500 nominativi e nel 2008 con il suo 9h 17’ 50” addirittura 6° dietro solo ai Professionisti.

Ma non si vive di solo sport e gli atleti della Flipper lo sano benissimo.
Oltre agli allenamenti ed alle competizioni bisogna anche pensare al divertimento e tutte le occasioni sono buone per organizzare succulenti banchetti e piacevoli festicciole.

Tra tutte queste molteplici occasioni di divertimento è giusto ricordare gli appuntamenti annuali fissi:

La famosa, sentita e tanto attesa festa sociale di fine anno: il "FLIPPER DAY".

La versione invernale sulla neve del “FLIPPER Winter Day”.

La divertentissima giornata estiva del “S. Emidio Day”

In tutti questi appuntamenti le specialità gastronomiche, la birra ed il vino sono il premio finale al termine di piacevoli attività sportive condivise insieme nella natura per un gruppo di amici che alcuni anni fa ha deciso di intraprendere insieme una nuova avventura in cerca di belle emozioni.   

FLIPPER TRIATHLON ASCOLI:   NEVER STOP !!!

Tutti conosciamo i colori della Flipper nei campi gara, ed è sempre un piacere vedere questo squadrone numeroso e compatto alle gare. In Bocca a tutti, a presto nelle zone cambio all over the world!